Via Zara 17, Cavallino (Le), Italy 73020 Tel: 0832/232134    Fax: 0832/232148

COCCINIGLIE

PRINCIPALI COCCINIGLIE CHE INFESTANO GLI AGRUMI:
Cocciniglia rossa forte degli agrumi Aonidiella auranti (Mask.) (Rinc., Diaspid.)

Cotonello degli agrumi Planococcus citri (Risso) (Rinc., Pseud.)

Cocciniglia mezzo grano di pepe Saissetia oleae Bern. (Rinc., Lecanid.)
  
   
CICLI BIOLOGICI:
 
Cocciniglia rossa forte degli agrumi
Il diaspino compie quattro generazioni all’anno. La femmina fecondata dal maschio alato depone scalarmente 60-150 uova, ma essendo la specie ovovivipara le neanidi nascono immediatamente. Queste fuoriescono dal follicolo materno e poco dopo si fissano colonizzando cosi’ nuove parti vegetative. Per il notevole accavallamento delle generazioni sulla pianta sono contemporaneamente presenti tutti gli stadi di sviluppo dell’insetto con neanidi vaganti da maggio-giugno a novembre e anche dopo.
 
     
Cotonello degli agrumi
Sverna con individui in diversi stadi di sviluppo, ma sopratutto con neanidi della 2° eta’, nelle parti piu’ riparate della pianta e talora sulle radici piu’ superficiali, in prossimita’ del colletto. In primavera con l’innalzarsi della temperatura riprende la sua attivita’ trofica e raggiunta la maturita’ le femmine fecondate dai maschi , ma anche per partenogenesi, producono un ovisacco cotonoso formato da filamenti cerosi inglobante fino a 600 uova. dopo un periodo di incubazione di alcuni giorni nascono le neanidi che colonizzano nuove parti della pianta. Il numero di generazioni varia da 4 a 6 per anno a seconda dell’andamento meteorologico.
 
Cocciniglia mezzo grano di pepe
E’ un lecanide che ha come ospiti principali gli agrumi e l’olivo, ma che vive su svariate piante sia arboree che erbecee. Generalmente compie una sola generazione l’anno, lo svernamento avviene come neanidi di 2° e 3° eta’. A partire dal mese di maggio raggiunge la maturita’ e depone per partenogenesi un numero variabile di uova (da 150 a 3000). Nei nostri ambienti l’ovodeposizione si protae sino alla seconda meta’ di luglio, le neanidi sgusciano dopo 10-20 giorni di incubazione. La massima presenza di neanidi si ha tra la meta’ di luglio e la meta’ di agosto, in seguito compiono due o tre mute prima di svernare. In caso di un periodo autunno-vernino caratterizzato da clima mite, l’insetto puo’ arrivare a maturazione prima e concludere il ciclo nell’annata.

LOTTA: in generale, si puo’ dire che le cocciniglie hanno un buon numero di nemici maturali, e sono molto sensibili ad eventi climatici sfavorevoli. D’altro canto, sono dei parassiti che una volta insediatisi numerosi sulla pianta, specie negli impianti poco potati o riccamente concimati con fertilizzanti azotati, provocano notevoli danni per sottrazione di sostanze nutritive e sono difficilmente raggiungibili dai preparati chimici comunemente utilizzati in quanto protette dallo scutello o dai flamenti sericei nel caso del cotonello.

Per la cocciniglia rossa forte e’ opportuno effettuare la lotta chimica durante il periodo invernale e in agosto, contro il cotonello intervenire in primavera-estate ed a fine estate, per la cocciniglia mezzo grano di pepe trattare alla completa schiusura delle uova rispettando la soglia di 3-5 neanidi per foglia.

Si consiglia di effettutare gli interventi chimici, avendo cura di bagnare omogeneamente tutta la pianta, utilizzando oli minerali bianchi attivati al 2% con esteri fosforici (metilparation, clorpirifosmetil, ecc.) o in alternativa il buprofenzin un chitinoinibitore citrotopico specifico contro cocciniglie ed aleurodidi.